13997346986_cc001f2e09_h copyNato in Indonesia nel 1956, Haris Purnomo si diploma alla Indonesia Art School nel 1975 per poi laurearsi nel 1984 alla Indonesia Asri College of Fine Arts.

Per oltre 20 anni ha dipinto bambini con tatuaggi in stile orientale diventando così uno dei più popolari artisti indonesiani. Particolarmente concentrato nella cura delle sfumature, riesce a renderci immagini realistiche come fotografie. Le sue opere mostrano le introspezioni e le possibilità verso culture che evocano un forte contrasto fra reale assurdo e realtà impossibile. I tatuaggi che nascondono un pizzico di dolore con il loro simbolismo misterioso, sono in netto contrasto a loro volta con i soggetti innocenti, puri e le idee che la gente di solito ha sui bambini.

I suoi soggetti immersi in un mondo vuoto, spesso costituito da semplici campiture monocromatiche, sembrano fluttuare leggeri nella loro innocenza. Un’innocenza a sua volta rotta dalla presenza dei tatuaggi che possono essere interpretati in milioni di modi diversi, questa frattura che si viene a creare fra l’innocenza infantile e il marchio (tatuaggio) tipico di ambienti oltre la legalità come la yakuza, la mafia giapponese, restituiscono al dipinto quello status quo necessario per l’armonia. Spesso sono presenti ali e piume dall’aspetto kitsch, che rompono definitivamente quella leggera aura di realtà che fa scambiare i suoi dipinti per fotografie.

H0046-L06811745

I bambini sono il futuro, ma con la loro nascita ci ricordano che ormai abbiamo espletato il nostro compito primario, quello di riprodurci, crescendo prenderanno il nostro posto e ci ricordano che il nostro momento se ne sta andando. Non vivono più un’infanzia vera e propria, diventano adulti prima del tempo e apprendono i segreti della vita in maniera estremamente rapida, i tatuaggi che nell’uso comune si trovano sulla pelle dei bad boy e degli uomini vissuti, in questo contesto ci aprono gli occhi sulla tragicità della realtà!

Oltre alla pittura negli ultimi anni si è dedicato anche alla scultura ed alle istallazioni, con risultati eccezionali. Allego qua sotto una piccola gallery per portarvi nel mondo di questo straordinario artista ancora poco conosciuto in Italia, ma che è già considerato uno dei grandi maestri del sud-est asiatico.





 

L.B.M.

Articoli correlati